Storie d'Appennino: quando si ballava al Centocroci

Lo aveva annunciato qualche giorno fa il presidente della Regione Emilia Romagna Stefano Bonaccini: ora le vaccinazioni per gli operatori turistici sono state calendarizzate e partiranno a breve. Vacanze “Covid Free”, dunque, in Emilia-Romagna: a partire dal prossimo 7 giugno inizieranno le somministrazioni per tutti i lavoratori che lo vorranno degli stabilimenti balneari e termali, degli alberghi, di campeggi e villaggi turistici, marina resort e parchi tematici. Verranno vaccinati negli hub e nelle strutture delle aziende sanitarie regionali presenti nel territorio, in ogni provincia da Piacenza a Rimini. Saranno chiamati direttamente dalle stesse aziende secondo modalità che entro la prossima settimana verranno definite dalla Regione d’intesa con le associazioni di categoria del comparto turistico.

L’obiettivo è quello di essere pronti alla stagione turistica estiva per accogliere e garantire soggiorni in sicurezza ai turisti italiani e stranieri che sceglieranno l’Emilia-Romagna per le loro vacanze. Un’operazione, quella vaccinale per gli operatori del settore, che riguarda una platea complessiva di oltre 40mila persone che, dal 7 giugno, verranno convocati negli hub vaccinali per la profilassi anti-Covid.

Oggi è una giornata molto importante per la nostra regione, grazie a una misura adottata qui per la prima volta nel Paese – afferma l’assessore Andrea Corsini -. Possiamo finalmente parlare di vera ripartenza del turismo. Un comparto fondamentale per il territorio non solo dal punto di vista economico, il settore contribuisce con il 12% al Pil regionale, ma anche perché con questa operazione iniziamo a vedere davvero la luce dopo un anno e mezzo di emergenza sanitaria. Grazie alla collaborazione con le associazioni di categoria – prosegue l’assessore –, possiamo candidarci a regione Covid Free per tutte le mete e tutte le tasche, assicurando a chi vorrà trascorrere le vacanze da noi ospitalità, accoglienza e massima sicurezza. Un risultato non scontato, merito della campagna vaccinale regionale che procede a ritmo sempre più spedito e della disponibilità dei lavoratori e degli operatori dell’industria turistica emiliano-romagnola”.

Con la stagione turistica alle porte è necessario mettere in sicurezza i lavoratori di questo comparto – aggiunge l’assessore Raffaele Donini-, per sottrarre dal rischio del contagio, coloro che sostengono, con il lavoro quotidiano il comparto turistico. La previsione di un grandissimo afflusso di turisti nelle nostre località di vacanza, infatti, richiede la massima attenzione in termini di prevenzione. La vaccinazione, in questa prospettiva, è certamente lo strumento principale per assicurare a tutti, turisti e lavoratori del comparto, di poter trascorrere il periodo estivo in sicurezza”. 

© riproduzione riservata