Il maniero di Bardi organizza visite guidate per la Festa della donna: occasione per conoscere la poesia e le leggende delle eroine di un tempo

In occasione della Festa della donna il Castello di Bardi propone un’apertura straordinaria, offrendo visite guidate alla ricerca delle storie delle dame che hanno abitato la rocca e dando la possibilità trascorrere una serata con amanti e amici in un’atmosfera romantica: occasione per conoscere e celebrare le qualità femminili e l’ingegno che le caratterizza fin dai tempi passati. Soleste, Giulia Landi, Placidia Spinola, Giovanna D’Aragona, Maria Polissena Landi sono i nomi delle eroine che in particolar modo hanno abitato il Castello di Bardi e che oggi vengono ricordate nella festa di tutte le donne.

Queste signore, così come altre che hanno vissuto in epoche lontane, sono rimaste impresse nella memoria collettiva di ogni paese: donne protagoniste della Storia o di storie quotidiane, di leggende, di favole, sogni o realtà; donne che hanno lasciato una traccia, spesso della loro vita combattuta, osteggiata ma comunque appassionata. L’incontro al Castello deve però anche essere occasione per ricordare che ogni giorno dell’anno deve rinnovarsi il rispetto e la considerazione verso il sesso femminile e che non dovrebbe invece essere esclusività di una giornata soltanto.

Il Castello farà scoprire ai visitatori, che dovranno prenotare perché sia garantita l’apertura, le stanze, i panorami, i segreti che lo valorizzano e infine darà la possibilità di visita anche per una serata romantica con amanti e amici. Come ogni settimana, il castello sarà aperto anche ogni sabato e ogni domenica dalle 10.00 alle 18.00; e per informazioni e curiosità si potranno contattare 3801088315, 0525733021 o scrivere a info@castellodibardi.info.

© riproduzione riservata