Nella sera del 31 ottobre le rocche del territorio parmense aspettano grandi e piccoli per serate da brividi con spiriti, fantasmi e… Dante

Un castello su una rocca nelle colline che circondano la città ha già tutte le caratteristiche per ispirare storie di paura e leggende terrificanti; non c’è quindi luogo migliore della serata del 31 ottobre per lasciarsi avvolgere dal mistero nelle rovine più suggestive del territorio parmense. Per la sera più spaventosa dell’anno infatti, i Castelli del Ducato offrono intrattenimenti a tema horror: tra caccia ai fantasmi, percorsi di paura e letture da brividi per i più piccoli, tutte le famiglie possono trovare le giuste dosi di divertimento e terrore per un Halloween come si deve.

Cene e percorsi di paura

  • Castello di Contignaco: la sera del 31 ottobre sarà organizzata una cena a lume di candela, da consumare tra le rovine del Castello. Inoltre, ad accogliere gli ospiti ci saranno vampiri e dame vittoriane, che serviranno le portare e accompagneranno i clienti, possibilmente vestiti anch’essi con abiti vittoriani, nella serata mostruosamente divertente. Sarà poi possibile visitare in via inedita il castello e lasciarsi conquistare dalla suggestiva ambientazione interna della fortezza. 
  • Castello di Montechiarugolo: per grandi e bambini il maniero aprirà i suoi battenti. Ombre inquietanti si animeranno nelle sale e gli ospiti potranno assistere alla manifestazione per un’esperienza unica.
  • Castello di Tabiano: stands tematici interrotti da momenti spaventosi. Questa è la ricetta della rocca, che sia per grandi e piccini, metterà a disposizione varie attività e prodotti particolari, come vino e stuzzichini dolci. 
  • Rocca dei Rossi di San Secondo: “Non aprite quella porta“. Quest’anno il castello ha organizzato un percorso a tema film horror: gli attori coinvolgeranno gli ospiti in una visita di 20 minuti, con l’aiuto di animazioni 5D, performance e buffet per tutti i gusti. 
  • Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino: il castello millenario aspetterà gli ospiti sia il 31 ottobre che l’1 e il 2 novembre. Per l’occasione ci saranno percorsi suggestivi con cavalieri, dame, soldati e fantasmi, e quest’anno saranno aperti al pubblico in via eccezionale la prigione quattrocentesca e l’intero loggiato seicentesco, così come il giardino che dà sulla facciata del maniero. 
  • Castello di Varano De’ Melegari: evento con delitto nella rocca di Varano. Attraverso il tour gli ospiti dovranno trovare indizi per svelare la verità che si cela dietro un misterioso omicidio. Ad accompagnarli ci sarà niente di meno che Sherlock Holmes
  • Rocca di Sala Baganza: nella notte prenderanno vita spiriti e fantasmi grazie ad una manifestazione dell’associazione culturale La Bertesca con lo I.A.T. di Sala Baganza e la Pro Loco. 
  • Rocca di Sanvitale di Fontanellato: sabato 2 novembre ci sarà una caccia ai fantasmi con i Ghost Hunters G.I.A.O di Roma. I cercatori di presenze aspetteranno i più coraggiosi per un’esperienza spaventosa all’interno delle sale arredate e affrescate, attrezzati con strumenti appositi per individuare gli spiriti. 

Halloween per bambini

Per chi ha bambini e bambine, alcuni Castelli hanno organizzato serate da piccoli brividi. Nella Rocca Sanvitale di Fontanellato le famiglie potranno godersi una festa divertente con cena, musica, balli e animazione: “La noches de los muertos” è il nome dell’evento e i The Boom Band suoneranno per l’occasione. Il menù del giorno sarà adatto ai più piccoli, che saranno attesi con costumi variopinti e fantasiosi. Inoltre, si potrà anche visitare il castello guidati da un simpatico spirito Calavera. A Fontanellato si aspetteranno bambini anche il 1 novembre per un aperitivo mostruoso ed altre visite nelle sale del maniero.

Nel Castello di Contignaco invece, venerdì 1 novembre e sabato 2 sarà organizzata una caccia al tesoro dantesca. Il Castello appartenne agli Alighieri di Parma e secondo la leggenda il sommo Poeta soggiornò presso la residenza durante gli anni del suo esilio. La caccia al tesoro sarà ispirata alla Divina Commedia, e in particolare al canto dell’Inferno: i bambini dovranno rincorrere una misteriosa catena di indizi per scoprire i più celebri mostri incontrati da Dante, fino a uno “spaventoso” tesoro finale. 

© riproduzione riservata