Il sindaco Fiazza: “Non è un Comune per furbetti, ci vuole rispetto per comunità”

Televisori, bombole di gas e mobili: sono questi alcuni dei rifiuti abbandonati che sono stati segnalati in un parcheggio pubblico di Ponte Taro. La Polizia Locale di Fontevivo, in poche ore, è riuscita a ricostruire i fatti e risalire ai proprietari dei rifiuti: quest’ultimi, convocati al Comando, hanno ammesso di aver utilizzato per il trasporto il furgone di un amico. Convocato a sua volta, il proprietario del mezzo ha confessato di aver abbandonato le cianfrusaglie sul suolo pubblico ed è stato multato con una sanzione di 600 euro. Anche il proprietario dei rifiuti è stato sanzionato con una multa di 100 euro, secondo il regolamento comunale sui rifiuti, e per altri 40 euro per divieto di deposito di rifiuti o materie di qualsiasi specie secondo il Codice della Strada.

Fontevivo non è un paese per furbetti: ancora una volta chi ha deciso di svuotare la cantina nelle nostre campagne, non l’ha passata liscia, ma è stato multato e invitato a raccogliere e smaltire tutto in modo corretto. Non intendo lasciar correre su queste cose, per rispetto del nostro territorio e di tutti quei cittadini perbene che si comportano in modo educato e corretto“, afferma Tommaso Fiazza, sindaco di Fontevivo. Oltre alle multe il sindaco Fiazza ha preteso che i responsabili raccogliessero i rifiuti e ripulissero tutta l’area, in modo che fosse d’esempio per tutti. “Chi crede di trasformare il nostro Comune in una discarica abusiva come quelle che si vedono in giro per le campagne sbaglia di grosso – conclude Fiazza – la tolleranza zero nei confronti di degrado e maleducazione non sono una mia fissazione, ma la tutela di quel minimo di rispetto che si deve alla nostra Comunità“.

© riproduzione riservata