Si chiama HAU! ed è la valuta elettronica di Berceto scelta per stilare il bilancio 2018; Lucchi: “Ci permetterà di affrontare problematiche sociali”

BERCETO | Si chiama HAU!, in onore dei Lakota (Sioux), popolazione con cui il paese ha un antico gemellaggio, ed è la nuova valuta elettronica di Berceto.

Si tratta di una moneta virtuale che diventa il simbolo di protesta contro l’Europa e l’Euro, “grande imbroglio per portare alla miseria interi popoli e aumentare le disuguaglianze tra ricchi e poveri“; una lotta che, portata avanti dal Comune parmense e guidata dal temerario sindaco Luigi Lucchi, prosegue con l’approvazione del bilancio di previsione 2018 in cripto moneta: “Al momento, Berceto è il primo e unico Comune al mondo ad aver compiuto questa scelta, grazie all’aiuto di menti universitarie che con entusiasmo si sono messe a disposizione, gratuitamente, per dare corpo e vita a questo rivoluzionario progetto“.

Ma cosa cambierà nel bilancio bercetese? A spiegarlo è lo stesso sindaco: “Il previsionale in cripto valuta – ha illustrato sicuro Lucchi – permetterà di affrontare tutte le problematiche sociali, di governare il territorio riducendo l’inquinamento, lo spreco e il dissesto e consentirà di fare investimenti produttivi“. Inoltre, dopo aver richiesto l’autorizzazione dalla Banca Europea e dalla Banca Italiana, Berceto è pronta per emettere la sua moneta: “È espressamente consentito ai Comuni italiani emettere moneta elettronica – ha concluso il primo cittadino del paese parmense – l’Amministrazione bercetese vuole dotarsi di questo fondamentale strumento al fine di adempiere ai suoi scopi istituzionali“.

© riproduzione riservata