Pranzi, cene e grandi abbuffate: le feste sono finite ed è ora di rimettersi in forma, ripristinando il benessere del nostro organismo. In un’intervista rilasciata all’ANSA il dottor Luigi Alberto Marrari ha spiegato che le abbuffate natalizie e di Capodanno “possono comportare l’innalzamento della pressione sistolica dovuta al maggiore introito di sali e zuccheri con conseguente dilatazione dello stomaco, all’aumento momentaneo della ritenzione dei fluidi, del colesterolo e del livello degli zuccheri nel sangue“.

Questo accade soprattutto se i cibi che abbiamo consumato sono ricchi di carboidrati, grassi, sale e zuccheri raffinati: la prima conseguenza tangibile risulta essere, nell’immediato post-pranzo, la classica nausea con o senza mal di testa e difficoltà digestive comportando essenzialmente l’alterazione del metabolismo basale. “In queste condizioni dovute agli eccessi festivi diversi organi risentono di queste “abbondanze alimentari” tra i quali sicuramente implicati risulta essere l’apparato gastroenterico, in particolare la cistifellea o colecisti, organo del sistema digerente preposto all’accumulo ed alla concentrazione della bile che produce i sali biliari in grado di solubilizzare i grassi ingeriti e le vitamine liposolubili facilitandone la digestione e l’assorbimento. Infine, e non da ultimo, un altro organo molto sollecitato nel periodo natalizio risulta essere il fegato che, essendo il laboratorio chimico del nostro organismo è deputato anche alla disintossicazione delle sostanze nocive“.

Buoni propositi per rieducare il corpo sono il riprendere a mangiare sano e correttamente, svolgere un’attività fisica costante e riposare. Ecco i consigli:

  • “DETOX”: il nostro organismo ha bisogno di iniziare un processo di detossificazione e depurazione. Inseriamo nella nostra routine quotidiana 2 litri d’acqua, carote, mele, zenzero e curcuma, carciofi, agrumi, senza dimenticare la quinoa e il riso integrale. Le fibre hanno un ruolo fondamentale nei processi depurativi. Il the verde, grazie alle sue proprietà antiossidanti e depurative, sarà il compagno ideale di pause e momenti di relax. 
  • Abbassiamo il colesterolo: e soprattutto, riportiamo un giusto equilibrio tra colesterolo buono e colesterolo cattivo. Per farlo iniziamo dal mattino, con una colazione a base di avena, poi aggiungiamo ai nostri pasti l’immancabile olio d’oliva e ricorriamo a frutta a guscio e frutta fresca (mele e agrumi) come spuntini tra un pasto e l’altro. Non devono mancare i legumi, la verdura, il pesce azzurro e cereali integrali. 
  • Attiviamo il metabolismo. Per stimolare il metabolismo la cosa migliore è contrastare al massimo uno stile di vita sedentario. L’attività fisica e la riduzione della massa grassa a favore di tessuto muscolare sono fattori fondamentali per accelerare l’attività metabolica. Inoltre, un aiuto importante arriva dal consumo di agrumi, ricchi di vitamina C, il pesce azzurro, ricco di iodio, e i pomodori, che oltre alla vitamina C sono ricchi di ferro. 
  • Stop all’assorbimento calorico. Il controllo e la diminuzione del peso corporeo e la riduzione dei grassi nel sangue mantengono sano l’organismo e prevengono le malattie cardiovascolari. Per questo è importante riportare in forma il nostro organismo e ridurre l’assorbimento calorico. I cibi perfetti sono le patate dolci, la frutta secca, e l’insostituibile zenzero. Non dimentichiamo di bere molta acqua e di assumere fibre in grande quantità.

© riproduzione riservata