Scene da Hollywood a Langhirano: inseguimento folle e rissa con i Carabinieri

Controlli del territorio per arginare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, furti in abitazione e reati in genere effettuati dai Carabinieri della Stazione di Langhirano nei giorni scorsi. Al termine dei diversi servizi sono state identificate poco più di 50 persone e controllati circa 40 veicoli. Diverse le denunce, le segnalazioni alla Prefettura per persone dedite all’uso di sostanze stupefacenti nonché contravvenzioni al codice della strada. In particolare ieri pomeriggio la pattuglia ha fermato per un controllo un 20enne tunisino in Italia senza fissa dimora gravato dal divieto di dimora nella provincia di Parma. Lo stesso, dopo un breve tentativo di eludere l’identificazione è stato perquisito e nella sua disponibilità è stato trovato un coltello. Condotto in caserma è stato denunciato per porto di armi idonee ad offendere e mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice.

Invece, al termine di un’attività d’indagine sono stati denunciati per truffa un 43enne ed un 37enne keniani in Italia senza fissa dimora che hanno truffato una 40enne moldava residente a Langhirano riuscendo ad impadronirsi, tramite vaglia postale, della somma di 3 mila euro concordando la vendita di un’autovettura senza mai consegnarla. Alcune decine le segnalazioni alla Prefettura per persone trovate con sostanza stupefacente per uso personale.  L’ultimo ieri pomeriggio quando la pattuglia ha fermato un’autovettura con 3 giovani, a seguito di ispezione indosso ad un passeggero sono stati trovati alcuni grammi di hashish e pertanto il 20enne è stato segnalato. Diverse le contravvenzioni al codice della strada nei numerosi posti di controllo effettuati sulle principali arterie di accesso al Comune di Langhirano ed in quelli limitrofi. 

© riproduzione riservata