Ieri la riunione del tavolo tecnico per valutare le azioni da intraprendere per controllare l’evoluzione della legionella

PARMA | Il tavolo tecnico di Aziende SanitarieComune di Parma e Regione Emilia Romagna si è riunito ieri, in seguito alle segnalazioni di legionella, per analizzare i dati disponibili e valutare e azioni da mettere in campo per mantenere sotto controllo l’evoluzione della legionellosi

Dall’inizio dell’anno a oggi sono stati 54 i casi segnalati di legionellosi in tutta la provincia di Parma, di cui 27 nel Comune di Parma. Questi dati sono complessivamente in linea con la diffusione storica della malattia a Parma, tranne i 14 segnalati da novembre a oggi. Tra le possibili cause dell’aumento anche la situazione meteorologica di ottobre, con temperature superiori alla media del periodo. 

Il tavolo tecnico ha comunicato che sono già state avviate le indagini per individuare le possibili fonti di contagio: nuovi monitoraggi verranno eseguiti nella zona sud – est della città e riguarderanno i sistemi di raccolta e scarico acque, le vasche di deposito, i fossati, gli impianti di depurazione e le torri di evaporazione. A breve sarà convocato anche il tavolo tecnico interistituzionale che valuterà gli esiti dei prelievi e gli interventi da attuale. 

© riproduzione riservata