Numerosi gli interventi realizzati dall’Amministrazione Contini; Leoni e Guareschi: “È stato recuperato il cortile e messa in sicurezza la viabilità

Il vicesindaco Gianarturo Leoni e l’assessore ai Servizi Scolastici Elisa Guareschi rispondono all’interrogazione scritta presentata dal consigliere di minoranza Luca Concari. “Come Amministrazione  – commentano Guareschi e Leoni – ci teniamo a riepilogare quanto fatto per il recupero funzionale del cortile interno alla scuola e della viabilità lungo viale Pallavicino“. 

Già nel programma elettorale si era parlato di recupero del cortile scolastico. “Cambiamo Musica Busseto” lo proponeva come una priorità: necessario porre fine al degrado decennale e mettere in sicurezza gli alunni. Una volta insediati Leoni e la Guareschi hanno provveduto a far redigere un progetto che è stato portato all’approvazione della dirigenza scolastica. 

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

Più di dieci gli interventi finora realizzati nel plesso scolastico. “In primis – continuano gli amministratori – è stato rifatto un tratto fognario interno con tele ricognizione del percorso della rete. Sono poi state rifatte alcune caditoie e rimosse le radici che avevano sfondato la rete“. Si è intervenuti anche sui livelli delle pendenze per evitare l’accumulo di acqua contro gli edifici, in particolare nei confronti della palestra. Con l’ausilio della ghiaia è stato spianato il fondo del cortile con un rullo compressore

Interventi specifici per la viabilità

Numerosi gli interventi realizzati dall'Amministrazione Contini; Leoni e Guareschi: "È stato recuperato il cortile e messa in sicurezza la viabilità"Nel tentativo di regolare la viabilità nella zona della scuola sono stati sistemati cartelli stradali che impediscono l’entrata e l’uscita disordinata degli automezzi. Gli accessi, inoltre, sono stati allargati per garantire la massima sicurezza e l’adeguata visibilità. Chi viaggia in bicicletta può sentirsi sicuro, grazie alla nuove segnaletica. Il cancello d’ingresso è stato elettrificato e l’abbassamento della siepe permette di avere più visibilità. Infine è stata inertizzata una cisterna di carburante abbandonata e messo in sicurezza un pozzo d’acqua. 

È quindi  irrealistico – commentano Guareschi e Leoni – liquidare come una semplice ‘inghiaiata’ un lavoro ben più complesso e articolato. Così come giova ricordare come siano rimaste inascoltate negli anni le svariate raccolte di firme dei genitori e degli insegnanti che chiedevano di porre rimedio alla situazioneNel merito della viabilità si sono valutati gli impatti degli scuolabus, degli automezzi degli insegnanti e dei genitori degli alunni della sola scuola primaria di secondo grado, considerando i momenti critici della entrata e della uscita. Si è preso atto della contrarietà espressa dall’istituzione scolastica ad aprire all’accesso dal cortile da parte degli alunni.

Possibile la fermata in Viale Pallavicino; attivate le procedure per il Pedibus

Per questo motivo nel mese di gennaio è stato disposto il divieto di sosta in Viale Pallavicino. Inoltre è consigliata la sosta in via Ziliani. “Sin dall’inizio – continuano – è stato aperto un tavolo di confronto con l’istituzione scolastica. Anche la attuale fase è stata condivisa con Polizia Municipale, Dirigente, Vice e referente docenti“. Per quanto riguarda il Pedibus sono state attivate le procedure di valutazione coinvolgendo scuola, famiglie e volontariato. “Se si ritiene che lo spazio interno del cortile della scuola vada preservato per attività didattiche o per garantire il massimo della sicurezza si è disponibili a chiudere completamente al traffico dei mezzi privati il cortile stesso“, concludono. 

© riproduzione riservata

Busseto, Concari: “Rivedere il piano sicurezza sulla viabilità scolastica”