lusardi

Ripartire da turismo e servizi per rilanciare Tornolo: il programma di Renzo Lusardi

La tornata amministrativa del prossimo 26 maggio avrà tra i protagonisti anche Renzo Lusardi della lista civica “Competenza Impegno Trasparenza“, candidata al Comune di Tornolo. Lusardi ha le idee chiare: uno sportello per le opportunità che favorisca il ripopolamento della montagna, aiuti e vantaggi fiscali alle aziende, sostegno alle aziende agricole con finanziamenti europei e un turismo che coinvolga anche le province limitrofe. “La nostra lista vuole portare nuova linfa a Tornolo, investendo sul territorio, i giovani e il territorio oltre che il ripopolamento“, afferma il candidato sindaco.

Uno dei temi che caratterizzerà la campagna elettorale dei Comuni dell’Appennino sarà quello del ripopolamento e dell’incremento dei posti di lavoro sul territorio. Per Tornolo, quali soluzioni pensate possano essere efficaci per far tornare le famiglie ad abitare la montagna e convincere quelle che già ci vivono a non abbandonarla?

Nel 2000 eravamo 1570 persone nel 2018 siamo 985: in Provincia di Parma Tornolo si gioca il primato di un esodo non di un calo, e questo a fronte di un incremento demografico del 10% in provincia. Il problema non è solo il calo numerico, è che su 985 abitanti 568 sono pensionati. Il Comune è l’istituzione più antica e quella più vicina al cittadino e alle attività del territorio: il numero di piccole imprese e attività è calato da 85 a 70 ,così come il numero di occupati attualmente 201. Per risolvere questo grave problema costituiremo presso la casa comunale e on-line uno sportello opportunità che dia informazione e supporto a cittadini e imprese che vogliono investire o vivere nel nostro territorio, aziende che ricercano aree di insediamento a costi contenuti e bassi oneri, e per chi al termine della propria esperienza lavorativa delle vicine città voglia realizzare il desiderio di vivere le proprie passioni sport emergenti, pesca, caccia, bicicletta, funghi, orto e giardinaggio… Il piano triennale per la montagna ha messo a disposizione risorse per il rilancio delle zone disagiate come la nostra.

Dal punto di vista economico, quali misure saranno adottate per aiutare il commercio – che sta attraversando ovunque un momento di crisi – le imprese e le aziende agricole, che sono un vero e proprio presidio del territorio?

I vantaggi fiscali per le aziende che vogliono investire nelle zone svantaggiate come la nostra sono disponibili nel piano triennale per la montagna. Servono tutte le politiche messe in campo con il nostro programma per realizzare questo obiettivo: alle piccole imprese agricole ancora presenti nel nostro territorio daremo a loro il nostro supporto e li accompagneremo in tutto il percorso per ottenere fondi destinati a loro dalla Comunità Europea per farle crescere in produzione e valorizzare i nostri prodotti tipici e bio.

Parliamo di turismo: quali progetti avete in serbo in termini di sostenibilità ambiente e di valorizzazione del territorio per incentivare il turismo sul territorio?

Tutte le frazioni del Comune di Tornolo possono diventare, ad esempio, per Parma, la nuova meta di un turismo sostenibile e accessibile a portata di mano, visto anche il crescente l’interesse che la montagna sta suscitando in questi anni. Dobbiamo puntare su agriturismi, produzione del biologico, sottobosco e artigianato locale. Pensiamo a un turismo che si sviluppi nelle diverse stagionalità, che coinvolga anche le scuole delle vicine città alla riscoperta della natura.

Pensate che siano possibili collaborazioni – oltre a quelle già in essere – con i Comuni limitrofi per garantire servizi di maggiore qualità ai cittadini? Per i piccoli Comuni si sente spesso parlare anche di fusioni di Comuni, come vi ponete nel merito di questa questione?

Riguardo la fusione dei comuni, mettiamola un attimo da parte: passeranno ancora anni. Noi dobbiamo collaborare con altre province come Genova, La Spezia, Parma, Milano: siamo in una posizione strategica a pochissimi km dal mare e poco distanti dalla pianura. Riguardo i servizi di qualità ed efficienza ai cittadini li miglioreremo con quello descritto nel nostro programma: anche un piccolo comune può diventare grande trovando le risorse là dove sono messe a disposizione e in questi anni passati mai sfruttate.

Per quello che riguarda i servizi di welfare – giovani, anziani, sport, associazionismo – quali saranno le proposte della vostra lista?

I servizi sociali rappresentano per il nostro comune una priorità. Le fasce deboli in primo luogo gli anziani rappresentano una significativa parte della nostra comunità, disabili e persone che si trovano in situazioni di difficoltà e disagio, devono poter contare sull’assistenza domiciliare, ospedale, medico, farmacie. Riguardo alla soppressione del punto nascita nell’ospedale di Borgotaro si deve trovare il coraggio con il supporto politico dei partiti che noi rappresentiamo nel nostro simbolo di riaprire questo reparto importante per tutta la vallata.

Lanciamo un messaggio ai cittadini: per quale motivo dovrebbero scegliervi a guida del Comune?

I cittadini devono scegliere di votare la nostra squadra perché i giovani che sono candidati nella nostra lista vogliono portare un importante cambio di rotta e cambiare un amministrazione che da 20 anni ha portato al comune di Tornolo solo degrado e malcontento alla nostra comunità. I giovani sono il nostro futuro e dobbiamo credere alle loro capacità e idee nuove che metteremo tutti quanti insieme con Competenza Impegno Trasparenza.

La Lista “Competenza Impegno Trasparenza”

  • Corrado Longinotti
  • Samuele Lusardi
  • Giampietro Parmigiani
  • Giovanni Repetto detto Gianni
  • Patrizio Camisa
  • Cristian Zannini
  • Claudio Ghiozzi
  • Simona Cardinali
  • Filippo Camisa
  • Francesco Ansaldo

I prossimi appuntamenti di campagna elettorale

  • Domenica 19 Maggio ore 20:30 Presso le ex Scuole di Tornolo
  • Venerdì 24 Maggio ore 16:30 Presso la Sala Polivalente di Tarsogno

© riproduzione riservata