“Torrile Obiettivo Comune” è la lista civica guidata da Alessandro Fadda: “Diamo un Futuro al nostro Comune”

A Torrile è “Tempo di Futuro“: con queste parole Alessandro Fadda, attuale sindaco del Comune ha deciso di ritornare in campo per le prossime elezioni amministrative con l’obiettivo di dare continuità al progetto iniziato cinque anni fa. “Torrile è il paese in cui sono nato, vivo e lavoro e per Torrile è tempo di nuove opportunità“. La lista civica “Torrile Obiettivo Comune” ha il sostegno di Partito Democratico, Rifondazione Comunista e Partito Socialista Italiano.

Uno dei temi che sta a cuore ai cittadini è quello riguardante la sicurezza, sia in termini di sicurezza stradale sia in termini di sicurezza in senso stretto. Quali sono le misure che proporrete se verrete eletti alla guida del Comune?

La sicurezza per i nostri cittadini è uno dei punti-cardine delle nostre linee programmatiche perché garantire serenità agli abitanti del territorio è prioritario e fondamentale. Per questo, nei nostri cinque anni di amministrazione, abbiamo incrementato considerevolmente il numero di telecamere ambientali – portandolo a 47 – e quello degli OCR – che consentono la lettura delle targhe e che, ad oggi, sono ben 15-; e abbiamo creato, grazie alla proficua collaborazione con la Compagnia dei Carabinieri guidata dal Maresciallo Filippo Collana, un collegamento diretto con la loro Stazione a Colorno che ci consente di avere in diretta le immagini di ciò che accade su tutto il territorio. L’obiettivo adesso è migliorare ancora di più un paese nel quale i furti in appartamento hanno subito, grazie a questi preziosi accorgimenti, una importante e significativa riduzione di ben il 40% su base annua: a tal fine sono già in programma nuovi investimenti che, puntando sull’innovazione e l’ausilio di sofisticate tecnologie, opereranno sulla prevenzione, scoraggiando ulteriormente possibili attività illecite.

Tra i servizi di welfare di Torrile, le scuole – riqualificate nel corso della precedente amministrazione – meritano un’attenzione particolare: quali saranno gli interventi di miglioramento che verranno messi in atto in questo settore? Quali saranno, inoltre, le proposte per andare incontro alle fasce più “deboli” della popolazione, come gli anziani, e a quelle che necessitano di più attenzione, come i giovani?

Dopo la riqualificazione della scuola di Torrile, ora il focus si sposta sulla scuola dell’Infanzia di San Polo, la cui riqualificazione è già in itinere; per il nuovo plesso di Via Giuffredì intendo fare un doveroso ringraziamento all’Amministrazione di Giovanni Buttarelli, recentemente scomparso. Nel prossimo mandato politico abbiamo già programmato di indirizzare molti dei nostri interventi verso quelle fasce di cittadinanza cosiddette “fragili”, occupandoci della realizzazione del progetto “Assistente della comunità”, una figura professionale a disposizione dei cittadini, soprattutto anziani soli e senza rete familiare, affinché siano sostenuti nelle difficoltà quotidiane. C’è poi il rafforzamento dello sportello di orientamento lavoro che ha contribuito, dalla sua apertura, al reperimento di un lavoro per il 59% dei richiedenti, con una percentuale di contratti stabilizzati che oscilla tra il 17 e il 20%; lo sportello assicura ai cittadini un supporto nella ricerca del lavoro anche attraverso una spinta motivazionale volta a potenziare l’autostima e la voglia di rimettersi in gioco e di riqualificarsi. Per i giovani sono in via di realizzazione la biblioteca e la sala prove per gruppi musicali presso l’area ex-scuole medie; senza trascurare le questioni legate alla violenza di genere, con il progetto “Mai più sola” che, in collaborazione con i Comuni della Bassa est parmense, il Centro Antiviolenza e l’Azienda USL fornisce una ulteriore opportunità alle donne per aiutarle ad uscire dalla condizione di isolamento e solitudine causata loro dalle violenze domestiche.

Dal punto di vista economico, quali misure saranno adottate per aiutare il commercio e le imprese del territorio?

In questi 5 anni siamo sempre stati al fianco delle imprese: sia nei momenti di difficoltà – seduti ai tavoli di crisi e arrivando a trovare soluzioni percorribili per la salvaguardia dei posti di lavoro – che nelle fasi di sviluppo, fornendo tempistiche concrete alle necessarie azioni da compiere. Abbiamo investito in professionalità assumendo due figure professionali all’interno della nostra Amministrazione con il compito preciso di rendere le pratiche dei nostri uffici più rapide e siamo stati premiati dalla grande collaborazione del tessuto produttivo: per questo intendiamo continuare dando sempre più impulso alle nostre realtà imprenditoriali con competenze di alto livello e snellendo i tempi. Le imprese ci chiedono di rispettare gli impegni e di muoversi come soggetti privati: lo faremo seguitando nella politica dei pagamenti rapidi perché vogliamo che con il Comune di Torrile le aziende intendano operare e collaborare anche nei prossimi anni.

Un altro tema sensibile è quello della cultura e del turismo: recentemente è stato presentato anche “Torrile 2020”, in vista di Parma Capitale della Cultura: quali saranno le idee da portare avanti sul territorio per migliorare gli aspetti turistici e culturali?

Il Tempo della Cultura è sempre il Tempo del Futuro: ci credo fermamente e sono felice che la Cultura abbia assunto un ruolo primario e fondamentale durante la nostra amministrazione. Per questo una squadra di persone è a lavoro già da mesi sul nuovo progetto “Torrile 2020, un format che si snoderà tra Cultura, Comunicazione ed Organizzazione di Eventi e il cui programma sarà illustrato dettagliatamente più avanti: posso dire che vi saranno incluse più forme di Arte e Cultura e che sarà una grande opportunità per il paese, offrendoci la chance di rafforzarne l’identità e consentendo di incrementare il valore del nostro territorio sotto i profili dell’indotto economico, del turismo e dell’agroalimentare. Senza dimenticare che spettacoli, sagre, fiere, mostre d’arte e tutti gli eventi culturali organizzati precedentemente sono già riconfermati anche per il prossimo anno, compresa la Fiera del Comune che, visto il successo avuto, passerà da due a tre giornate.

I cittadini di Torrile hanno affrontato, qualche mese fa, il referendum per la fusione con Colorno che ha dato esiti negativi: come si pone la vostra lista nei confronti di una possibile fusione e quali sono le prospettive future in merito?

In ogni democrazia il popolo è sovrano: quando è chiamato ad esprimersi, bisogna accettare il responso che ne consegue e così è stato anche su questo fronte. Come ho già dichiarato più volte, nel nostro Comune abbiamo raggiunto livelli così alti nei servizi che i nostri cittadini hanno ritenuto fosse difficile la fusione potesse migliorare: per queste ragioni non abbiamo inserito nel nostro programma elettorale alcun punto che riguardasse tale discorso.

Lanciamo un messaggio ai cittadini: per quale motivo dovrebbero scegliervi a guida del Comune?

Desideriamo che Torrile possa guardare al Futuro in maniera chiara, coerente e con un programma preciso; per puntare al miglioramento occorre orientarsi verso l’innovazione, ma senza dimenticare valori e tradizioni che ci connotano: per questo la nostra lista civica unica “Torrile Obiettivo Comune” è composta da giovani carichi di entusiasmo e voglia di fare uniti alla guida e all’esperienza di membri con una riconosciuta caratura politica. Elementi che ci consentono una visione più completa del territorio, una maggior conoscenza delle sue necessità e soprattutto di non lasciare indietro alcun cittadino.

La lista “Torrile Obiettivo Comune”

  • Giorgio Faelli
  • Sara Finotti
  • Lucia Frasanni
  • Sabrina Garulli
  • Antonio Gentile
  • Daniele Lorenzoni
  • Oreste Montanari
  • Sara Pavani
  • Andrea Pogliacomi
  • Maria Cristina Riccardi
  • Valentina Spagnuolo
  • Manuel Terzi

© riproduzione riservata