Il verde cittadino contrasta il calore ed è elemento fondante del paesaggio urbano; Legambiente: “Abbattimento in periodo estivo totalmente inutile”

Il viale della Villetta era una bellissima strada ombreggiata. Ora non più. Il Comune di Parma, infatti, ha fatto abbattere tutti gli alberi del viale della Villetta e di via San Michele, e la stessa cosa è accaduta anche a Monticelli Terme. Legambiente si è fortemente opposta a questo smisurato taglio di alberi, cercando un dialogo con le Amministrazioni e fortunatamente raggiungendo un accordo con il comune di Montechiarugolo.

Legambiente sostiene che il verde cittadino non è solo una forma di decorazione, ma è un elemento fondamentale per il paesaggio urbano e per tutta la città; in modo particolare si è opposta al taglio di alberi in periodo estivo, un momento dell’anno inadeguato per l’abbattimento di alberi se non nel caso di un comprovato pericolo di crollo. E solo alcuni dei tantissimi pioppi bianchi prima presenti in Villetta erano a rischio crollo. “L’abbattimento completo dell’alberatura nell’intero viale è da considerarsi, oltre che uno sfregio, del tutto ingiustificato in questo periodo” sottolinea Legambiente.

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

Legambiente evidenzia l’importanza del verde cittadino affermando che non è solo un elemento naturale importantissimo per contrastare le cosiddette “isole di calore” che si formano durante l’estate in città piene di cemento e asfalto, ma sono anche un bene collettivo molto superiore ad una semplice decorazione ed un elemento di vita, dato il loro alto valore dal punto di vista della biodiversità. “L’emergenza climatica – conclude Legambiente comporta il contrasto al surriscaldamento globale e, nell’azione locale, significa non solo incrementare il patrimonio arboreo ma mantenere il più possibile in vita quello attuale, specialmente d’estate”.

© riproduzione riservata