Sabrina Alberini guida la lista civica “Civiltà del Buonsenso”: ecco i progetti per Lesignano

Sabrina Alberini è candidata sindaco di Lesignano de’ Bagni con la lista civica “Civiltà del Buonsenso” è appoggiata dal centro destra unito. “La mia candidatura nasce dalle richieste dei cittadini: quando mi hanno proposto di correre per le elezioni amministrative, a Lesignano mi hanno subito appoggiato ed incoraggiato. E’ stato questo affetto e la creazione di un bellissimo gruppo di lavoro che mi hanno portato alla decisione definitiva. “Il nostro programma – prosegue – sarà cucito addosso al Comune. Quando siamo partiti non abbiamo detto alla gente cosa faremo, ma abbiamo chiesto cosa vorrebbero e cosa si aspettano dall’Amministrazione. Tra le richieste che sono emerse dall’ascolto della popolazione ce n’è una su cui l’Alberini ritiene indispensabile lavorare: i giovani. “Noi adulti non possiamo rimane indifferenti alla richiesta dei giovani di avere un punto di ritrovo e di poter vivere maggiormente il loro territorio. In questi anni la popolazione di Lesignano è aumentata in modo significativo ed è nostro dovere lasciare ai ragazzi un territorio vivibile, che possa garantirgli un futuro in Paese“.

Uno dei problemi maggiormente sentito dai cittadini è quello relativo alla sicurezza: un ambito che può essere affrontato sotto diverse sfaccettature, tra cui la sicurezza come lotta ai furti e al degrado, la sicurezza stradale e l’illuminazione pubblica. Quali proposte avete per migliorare questo aspetto a Lesignano de’ Bagni?

Fiera Millenaria di San Terenziano: a Isola di Compiano tornano festa e tradizione

La sicurezza rappresenta il primo punto del nostro programma. Abbiamo inteso il concetto di sicurezza in tutte le sue declinazioni. Quindi, lotta alla criminalità anche attraverso un’intensificazione della presenza della Polizia Locale sul territorio ed un potenziamento della video sorveglianza. Inoltre intendiamo attuare un piano di manutenzione programmata ed efficace non solo delle strade ma anche delle strutture pubbliche e potenziare l’illuminazione pubblica soprattutto nelle aree considerate maggiormente a rischio. Infine non mancheremo di tutelare e garantire sicurezza trasversale dell’ambiente, anche in considerazione dell’importante tessuto agroalimentare del nostro territorio. 

Dal punto di vista economico, quali misure saranno adottate per aiutare il commercio – che sta attraversando ovunque un momento di crisi – le imprese anche in ottica di valorizzazione dei prodotti tipici?

Innanzitutto occorre riqualificare il nostro territorio anche attraverso il potenziamento dell’offerta turistica. Favorendo la collaborazione tra associazionismo e piccoli produttori agricoli si riuscirà a rafforzare l’imprenditoria agricola lesignanese anche tramite formazione ed eventi che illustrino i casi di successo. Verrà data massima attenzione nei confronti degli imprenditori locali sia in ambito artigianale che commerciale anche mediante lo snellimento della burocrazia e la ricerca di sgravi fiscali. A tal proposito valuteremo l’ipotesi d’istituire un punto di assistenza per le pratiche burocratiche.

In vista di Parma 2020 quali progetti porterete avanti per favorire il turismo sul territorio di Lesignano, anche in termini di valorizzazione di edifici storici – come le Terme – e di valorizzazione del territorio naturalistico/ambientale, come il Parco dei Barboj?

Lesignano dovrà occupare un ruolo attivo ed importante nell’ambito della vetrina Parma 2020. Verrà, quindi, incentivata la cooperazione tra amministrazione locale, scuola ed associazioni locali al fine di promuovere eventi musicali, teatrali e mostre da tenersi nei nostri edifici storici come Badia Cavana e Terme. Importanza primaria alla valorizzazione dei nostri percorsi naturalistici/ambientali non solo nell’ambito del Parco Barboj ma anche nelle nostre colline.

Per quello che riguarda i servizi di welfare – scuola, giovani, anziani, sport, associazionismo – quali saranno le proposte della vostra lista?

Cooperazione e collaborazione saranno le parole chiave. Ci impegneremo per l’affiancamento agli insegnanti di tutti i gradi per poter sviluppare progetti d’interesse scolastico e potenziamento del doposcuola al fine di conciliare maggiormente istruzione ed impegni famigliari e per il contenimento delle quote tariffarie e dei servizi afferenti. Intendiamo creare e sviluppare di un punto di aggregazione giovanile che coniughi cultura, attività extrascolastiche e sport, oltre che un potenziamento e uno sviluppo di attrezzature sportive e valorizzazione di quelle esistenti. Non mancherà la sensibilizzazione della cultura della salute e il miglioramento dei servizi destinati al mondo degli anziani, anche tramite promozione di sinergie con le realtà che già operano nel settore del sociale. Molta attenzione verrà prestata al potenziamento del servizio di assistenza domiciliare.

Dal punto di vista urbanistico, Lesignano è un centro in espansione: quali misure pensate siano necessarie per accrescere il Paese e per fornire ai cittadini luoghi fruibili per l’aggregazione e per il lavoro? E per le frazioni, quali sono le priorità?

Occorrerà valorizzare innanzitutto le strutture già presenti rendendole pienamente fruibili. A Lesignano abbiamo un importante tessuto culturale anche determinato dalla presenza di diverse compagnie teatrali. Occorrerà creare un punto di aggregazione come per esempio un teatro e sale multimediali al servizio della collettività. Il nostro programma parte proprio da un lavoro attendo svolto sulle singole frazioni. Occorre lavorare per garantire la presenza dei servizi base come la periodica manutenzione stradale, il potenziamento dell’illuminazione pubblica e la piena connessione internet ed al tempo stesso valorizzare il loro valore paesaggistico.

Lanciamo un messaggio ai cittadini: per quale motivo dovrebbero scegliervi a guida del Comune Lesignano?

Perchè riusciamo a coniugare meglio di altri il concetto di rinnovamento, competenza e radicamento sul territorio.

La lista “Civiltà del Buonsenso”

  • Gianni Bruzzone
  • Maria Teresa Lombardo
  • Vittorio Ampollini
  • Andrea Cavagni
  • Marco Capelli
  • Maria Grazia Carattini
  • Mauro Anghinetti
  • Michele Castagnoli
  • Sabrina Chiussi
  • Eleonora Scaffardi

© riproduzione riservata