carabinieri salsomaggiore

Attimi di paura l’altro ieri notte a Salsomaggiore Terme, dove un gruppo di giovani, forse per noia o forse perché alterati dall’effetto di sostanze varie, ha aggredito un 30enne, rapinandolo del cellulare e del portafoglio.

L’uomo, intorno all’una di notte, si è recato presso al distributore di sigarette di viale Matteotti ma, appena sceso dall’auto, è stato circondato dai giovani che hanno iniziato a schernirlo in modo sempre più aggressivo. A nulla sono servite le richieste del 30enne di essere lasciato in pace: quattro ragazzi lo hanno colpito con calci e pugni facendolo cadere a terra. Uno di loro gli sottraeva quindi il cellulare ed il portafoglio, contenente un centinaio di euro. Uno dei ragazzi, originario dell’Albania, saliva sull’auto del malcapitato e tentava, senza riuscirvi, di metterla in moto. Dopo alcuni minuti, probabilmente a causa delle grida di aiuto di alcuni residenti affacciati alle finestre sono arrivati i Carabinieri a sirene spiegate e gli aggressori si sono dati alla fuga.

Sul posto è giunta la pattuglia della locale Stazione dei Carabinieri, che soccorreva la vittima ed iniziava immediatamente a ricostruire l’accaduto raccogliendo gli indizi. Già nella mattinata i militari di via Salvo d’Acquisto sono giunti, grazie alle immagini della videosorveglianza e alla collaborazione dei cittadini, all’individuazione dei responsabili. Si tratta di quattro giovani, tutti residenti a Salsomaggiore, due italiani, uno di origine albanese ed un macedone, di età compresa tra i 18 e i 24 anni, che sono stati denunciati per rapina aggravata e lesioni personali in concorso.

© riproduzione riservata